logo
L'archivio del Coordinamento donne lavoro cultura di Genova è visibile nel sito a cura dell'associazione Archinaute: donne tra memoria e futuro, nata da una costola del CDLC

 

Il Coordinamento donne lavoro cultura di Genova è nato come associazione culturale senza scopo di lucro il 14 gennaio 1983. Il nucleo fondatore proveniva dal Coordinamento Donne FLM (Federazione Lavoratori Metalmeccanici) che, a partire dal 1975, aveva organizzato seminari 150 ore di e per sole donne, anche dopo che le Confederazioni sindacali ne avevano abbandonato l'organizzazione. Da quella esperienza, anche per l'ingresso di donne dai percorsi politici differenti, le attività si diversificano; oltre alle 150 ore delle donne, organizzate in modo seminariale fino al 1987 (che daranno vita anche ad un gruppo omonimo e autonomo a Cornigliano), il CDLC promuove convegni, conferenze, presentazioni di libri, dibattiti e così via, sempre con una pratica di lavoro basata su una grande attenzione alla relazione tra donne. Insieme a quest'anima ne sono convissute almeno altre due all'interno dell'associazione: la ginnastica psicofisica e il centro di documentazione.
Dalla fine degli anni '80 il CDLC assorbe e gestisce la "ginnastica psicofisica" del gruppo "Donne insieme" di Mara Tommei, che conta ormai più di 1200 iscritte ogni anno, e che si basa su una forma di consapevolezza che passa attraverso la cura del corpo come luogo segnato dal malessere. Le donne che conducono i corsi e che hannno sperimentato su di sé varie discipline corporee (Yoga, ginnastica dolce, shiatsu, ecc.), propongono ad altre donne la loro esperienza filtrandola attraverso il proprio sapere femminile nelle numerose palestre prese in affitto o concesse dai centri civici sul territorio. Si fonda, nel 1992, il centro di Documentazione ed Archivio, con il quale partecipa attivamente alla Rete Lilith, crea la Borsa di studio in storia delle donne "Mirella Rimoldi" (1996) e collabora con l'Istituto di Storia contemporanea dell'Università di Genova.
L'attività del Centro di documentazione è rivolta alla raccolta, conservazione e diffusione della produzione culturale e politica del movimento delle donne, soprattutto dagli anni '60 ad oggi.
La necessità di una memoria, di una traccia evidente e riconoscibile dei percorsi delle donne è volta a superare la cesura e la censura storica che non ha permesso la trasmissione delle esperienze femminili tra una generazione e l'altra, se non in modi tortuosi, nascosti e sotterranei, quindi non fruibili, non visibili, privi di valore storico e sociale.
Nel 1999 il Coordinamento Donne Lavoro Cultura ha deciso di realizzare una mostra nel tentativo di collegare le esperienze individuali e collettive del gruppo agli avvenimenti politici, alle trasformazioni socioculturali che hanno coinvolto il territorio genovese e nazionale.
L'esposizione che porta il titolo La storia siamo noi ... nessuno si senta escluso continua periodicamente ad essere allestita su richiesta di Consigli di Circoscrizione e centri culturali.
L'associazione in collaborazione con le donne della rivista "Marea", del Bagdad Cafe´ e della libreria Artemisia; si è occupata del lavoro di preparazione del Convegno Internazionale PUNTO G: GENERE E GLOBALIZZAZIONE. Per una societÓ di donne e uomini equa, solidale, pacifica e democratica che si è svolto a Genova nei giorni 15 e 16 giugno 2001. Ha partecipato attivamente alla manifestazione di Piazza contro il G8 svoltasi a Genova in Piazza Manin il 20 luglio 2001.

Archivio del Coordinamento donne lavoro cultura
L'archivio contiene i fondi dell'Ente e fondi personali di donne, attive nel femminismo genovese dagli anni '70 del Novecento, riordinati, descritti informaticamente e consultabili sull'OPAC Lilarca:

- Fondo Coordinamento Donne Lavoro Cultura (1983-2007), 18 buste, riordinato e consultabile
- Fondo Marisa Corsino (1972-1986); 3 buste, riordinato e consultabile
- Fondo Silvana Merello (1952-1995), 5 buste più una serie di manifesti (copie e originali su lucido), riordinato e consultabile
- Fondo Mara Tommei (1975-); 5 buste, parzialmente riordinato e consultabile

Contiene inoltre:
- Archivio di audionastri (interviste a femministe genovesi realizzate nei primi anni 90, trasmissioni radiofoniche, registrazioni di assemblee, incontri, manifestazioni ecc.) di cui esistono alcune trascrizioni manoscritte.
- Altri fondi personali di donne (una decina), attualmente non ancora trattati

Biblioteca
Piccola biblioteca di pubblicazioni femministe (libri, opuscoli, materiale grigio), alcune collezioni (non complete) di periodici

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nota: Nel 2007 l'Associazione si è sciolta, dando origine ad altre tre associazioni. Il patrimonio documentario e archivistico del Cdlc è attualmente posseduto dall'Associazione Archinaute (archinaute@libero.it). Piazza Scuole Pie, 7b 16124 Genova

(aggiornato novembre 2007)

 

 


torna a Lilarca