Il gruppo di lavoro della Rete Lilith nasce al convegno internazionale Perleparole del 1988 organizzato a Milano dal Centro studi storici sul movimento di liberazione della donna in Italia (ora: Fondazione Badaracco). In quella occasione fu presentato il prototipo del Thesaurus Linguaggiodonna curato da Beatrice Perucci e Adriana Perrotta Rabissi. Il thesaurus pubblicato nel 1990, dal 2021 è disponibile in pdf nel sito della Fondazione Badaracco.

La base dati Lilith ha utilizzato e implementato il thesaurus LinguaggioDonna. La cui terminolgia controllata è stata utilizzata nel progetto di motore di ricerca Cercatrice di rete ideato da Marzia Vaccari del Server Donna di Bologna e raccontato in Cherchez la femme nel web, articolo del 2007 di Francesca Martino per Il manifesto. Il primo motore ha avuto un stop, ma Marzia, convinta della necessità di ‘negoziare con gli algoritmi’ progetta Gugla

Col progetto Abside la Rete Lilith ha sviluppato i microthesauri multilingue: MT- Tempiespazi di vita e MT-Inviolabilità del corpo femminile su due aree tematiche con una esaustiva base documentaria.

Nelle biblioteche il lavoro di svelamento della presenza delle donne fa i conti con gli strumenti di ricerca: pionieristici i repertori curati da Anna Santoro, Uma Baldacci, Marta Consolini e altre. Qualche esempio:

  • Parola Chiave, presentato a Bologna nel 1986, tavola rotonda su I Centri di documentazione delle Donne
  • Soggetto Donna: dalla Bibliografia Nazionale Italiana 1975-1984, a cura del Centro di documentazione donna di Pisa con Maria Bruna Baldacci e altre, pubblicata come numero monografico di Memoria n. 14 del 1985.
  • La ricerca di Anna Santoro e Francesca Veglione, Catalogo della scrittura femminile italiana a stampa presente nei fondi librari della Biblioteca nazionale di Napoli, in più volumi, il primo pubblicato nel 1984 dalla Provincia di Napoli

La bibliografia Linguaggio sessuato raccolta dal gruppo Bibliodonne di Firenze nel 1991 da conto dell’ampiezza delle ricerche di ormai trenta anni fa.

Alcune lilithiane sono dall’inizio tra le animatrici del gruppo Facebook Genere lingua e politiche linguistiche. Il gruppo è stato ideato nel 2011 dalla linguista Giuliana Giusti della Ca’Foscari di Venezia. Segnala testi e ricerche e ha tra le sue premesse il lavoro di Alma Sabatini. [Nota di Adriana Perrotta Rabissi]